Posts Tagged ‘silvio berlusconi’

Il caso Alitalia.

aprile 23, 2008

La compagnia di bandiera italiana, Alitalia, è in stato di coma profondo, a un passo dalla bancarotta, in linea con il nostro scassato paese alla deriva. Il governo Prodi ha concesso un prestito di 300 milioni di Euro, circa il triplo di quanto inizialmente preventivato. Certo è che in assenza di cambiamenti strutturali si tratta di un provvedimento destinato semplicemente ad allungare l’agonia di un moribondo. Senz’altro questa decisione provocherà delle rezioni negative da parte della Comunità Europea, in quanto si tratta di un sovvenzionamento fatto con soldi pubblici per sostenere un’azienda privata. Intanto Air France si è già ufficialmente ritirata. Silvio Berlusconi, Presidente del Consiglio in pectore, sta scaricando le responsabilità ovunque meno che su sè stesso, come da copione. Si è già dimenticato che in campagna elettorale favoleggiava di una misteriosa cordata di imprenditori italiani , della quale oggi non c’è traccia. Ricomincia il suo teatrino…

Annunci

Un fior di statista.

aprile 20, 2008

Neanche eletto il buon Illuminato di Arcore ha pensato bene di invitare a casa a Porto Rotondo il suo vecchio amico, il buon Putin, noto per le sue idee liberali e per il suo passato di integerrimo difensore del libero mercato e del libero pensiero. Durante la festa tenuta in onore del suo ospite nella sua villa padronale (cito il sito de La stampa), una giornalista russa, Natalia Melikova, ha osato importunare lo zar Putin chiedendogli lumi circa le indiscrezioni sul suo legame con la venticinquenne Alina Kabayeva. Con la disinvolutra che lo contraddistingue, il buon Silvio ha benevolmente mimato una mitragliata in direzione della giornalista, sotto lo sguardo benedicente di Putin. Si tratta senz’altro di un gesto di studiata diplomazia, che un povero comunista (qualunque cosa significhi ormai questa parola) come me non riesce a comprendere. Probabilmente il fatto che negli ultimi dieci anni duecento giornalisti russi siano stati barbaramente massacrati è una bazzecola insignificante, e il fatto che io non riesca a comprendere l’atteggiamento di Berlusconi è una prova oggettiva del fatto che sono un poveraccio, manipolato dai comunisti (chiunque essi siano). Mi fa piacere che invece lo comprenda Putin, uomo liberale che nulla ha da spartire con il vecchio regime comunista sovietico (mica come Veltroni…) tanto aborrito da Berlusconi. Che sia un èscamotage per creare il clima favorevole per vendere l’Alitalia alla Aeroflot (compagnia di bandiera russa)? Chi lo sa, a noi poveri cialtroni non è dato comprendere, meno male che l’Illuminato di Arcore, con i suoi Doni Taumaturgici, veglia su di noi, poveri mentecatti. Grazie, Silvio, mi commuovo a pensare che uno Statista come te si metta disinteressatamente a disposizione di noi plebei per regalarci un radioso e illuminato futuro.

Un brutto rientro.

aprile 14, 2008

Oggi sono rientrato dalle ferie. Il tempo di andare a votare, poi mi sono precipitato a casa per guardare gli exit poll. Non posso nascondere la mia delusione. A quanto pare l’Illuminato di Arcore ha vinto. Come al solito i risultati degli exit poll vanno presi con le molle, ma se confermati i primi dati fanno riflettere. La cosa che più mi ha colpito è che a quanto pare la Sinistra Arcobaleno è scomparsa. Un risultato dal mio punto di vista inaspettato. Bertinotti ha già rassegnato le sue dimissioni. Il secondo dato interessante è che la lega, invece, raddoppia. Verrebbe quasi da pensare che parte dell’elettorato di sinistra sia salito sul Carroccio. Forse, comunque, quello che in questo momento sta godendo di più non è Silvio Berlusconi, ma Walter Veltroni. Il suo nemico interno, la sinistra radicale, è scomparso. Stare all’opposizione è certo molto più facile che governare, sperando magari in qualche colpo di testa dei leghisti che renda la vita difficile all’Illuminato di Arcore. Staremo a vedere…