La Waterloo della politica italiana.

Il sistema partitocratico che è alla base della democrazia posticcia che attualmente governa il paese è alla frutta. Due leaders di nanopartiti (Clemente Mastella e Lamberto Dini) possono affondare un governo senza colpo ferire, solo per difendere i propri interessi personali. Se si torna alle urne con questa scellerata legge elettorale, grazie al cambio di bandiera in nome della difesa di nobili ideali saranno probabilmente rieletti. Quindi del paese se ne possono bellamente fregare. Se si torna alle urne senza modificare la legge elettorale probabilmente avremo un altro governicchio traballante che potrà fare solo quello che ha fatto l’ultimo governo Prodi: niente. Questo indipendentemente da chi vincerà le elezioni. Dell’ingovernabilità del paese a questi signori non frega niente. Intanto il’Italia va a rotoli. Ma anche di questo a questi signori non frega niente. L’importante è la sopravvivenza del proprio cadreghino. La situazione è veramente sconfortante. Non si vede luce in fondo al tunnel.
Annunci

Tag: , , ,

5 Risposte to “La Waterloo della politica italiana.”

  1. Elle Says:

    Anch’io sono sempre più sconcertata da questa Italietta nostra che non sa più da che parte stare o a che santo votarsi (tanto di qua o di là poco cambia).
    Sai qual’è la mia paura? di svegliarmi un giorno e ritrovarmi nell’Argentina di qualche anno fa.
    Forse ancora non ci siamo arrivati perchè l’italiano medio in cuor suo ha ancora la speranza che cambiando rotta qualcosa cambi e perchè in fondo (ma proprio in fondo in fondo eh!) restiamo sempre un paese di cantanti e sognatori, dove basta un Festival di Sanremo qualsiasi per sentirsi al sicuro e credere che tutto andrà bene.

  2. ilnaufrago Says:

    In realtà se non fossimo nell’euro credo che saremmo già in una situazione simile all’Argentina. Comunque ormai siamo alla frutta. Se questi pagliacci che starnazzano in parlamento non si danno una mossa credo che vedremo brutte cose. La gente non ce la fa più a arrivare a fine mese, anche facendosi il mazzo. Prima o poi scoppia un putiferio. Speriamo bene.

  3. TooMuchSugarInMyCoffee Says:

    La lentezza delle decisioni è ciò che realmente ci sta tagliando le gambe. Siamo in un sistema capitalistico, in perenne dinamicità e decidere velocemente è fondamentale per arrivare a dei risultati importanti. La Spagna cresce del 20%. L’Italia dell’1,5% (fino all’1% è considerata crescita zero). Questa è la realtà: l’economia in Europa è andata abbastanza bene in questi 2/3 anni, e noi siamo caduti in povertà. Perchè? Non riusciamo a fare le riforme a causa di un sistema vecchio…vecchio come quelli che ci sono a governerci… VECCHI.

  4. ilnaufrago Says:

    Come non darti ragione, TooMuchSugarInMyCofee!! Siamo governati da una gerontocrazia di mummie avvizzite baciando il culo dei potenti. Ormai le loro carcasse formano una massa omogenea con le loro poltrone, sulle quali si sono incollate dai tempi di Noè…

  5. La Waterloo della politica italiana. | Politica blog Says:

    […] Original post by ilnaufrago […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: