La patetica autodifesa della casta.

Lo sapevo. Non ce l’ho fatta. Stamattina mi sono alzato e ho dato una sbirciatina all’Ansa. Meglio se continuavo a leggere Melville. Il discorso di Clemente Mastella alle camere è il de prufundis della politica. Sancisce la totale frattura tra politica e la magistratuta (e il mondo civile), sigilla una percezione di sé da parte della politica come di una casta intoccabile. Da questo punto di vista ha ragione Antonio Di Pietro: siamo tornati ai tempi di Craxi, quando in parlamento voleva fare passare il concetto tutti colpevoli= tutti innocenti. O forse i tempi di Craxi non se ne sono mai andati: da allora in realtà nulla è cambiato. Se qualche magistrato coraggioso cerca di fare luce nell’oceano di porcate dove spariscono montagne di soldi pubblici, ecco subito il politico di turno starnazzare di “complotti”, di “violazione dei diritti” e altre baggianate. Clemente Mastella da quasto punto di vista merita il Premio Nobel. Leggo esterefatto oggi sul sito Quotidiano.net questa sua dichiarazione: “La Campania come la California per Obama. E chi vince in Campania vince nel paese”. Non pago di queste affermazioni, si fa intervistare da Il Giornale dove dice di essere “il leader più debole fra quelli determinanti”. Inoltre ci informa che dietro agli arresti domiciliari della moglie c’è un disegno preciso: l’hanno fatto “per ammazzarmi. Ma la gente ha capito che è troppo, è ingiusto e sta con noi”.

Robe da pazzi. Che schifo. Torno a leggere “Moby Dick”, che è meglio.

Annunci

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: