Gianni Riotta, ovvero l’antigiornalismo.

Fa bene Beppe Grillo nel post odierno del suo blog a mettere la mano in una delle più grandi piaghe di questo paese alla deriva: la disinformazione di Stato. Pagare il canone per essere scientificamente disinformati: oltre al danno la beffa. Il caso in questione (ma la lista sarebbe immensa) è l’informazione data dal Tg1 sul servizio che il New York Times ha fatto sul degrado del nostro scassato paese. Il New York Times sottolineava il disgusto che gli italiani hanno della loro classe politica e il ruolo di Beppe Grillo come punto di riferimento della contestazione. La versione fornita dal Tg1, capitanata dal bieco Gianni Riotta, è scandalosamente diversa. Testualmente, il Tg1 dice: “I politici sono sotto accusa, Beppe Grillo compreso…”.

Una vera presa per il culo. Scandalosa. E’ incredibile come i lacchè della nostra classe politica si stiano moltiplicando, simili a cellule tumorali che proliferano nei tessuti sani si questo paese. Il problema è che ormai le metastasi di questo cancro sono ovunque, e francamente dubito che sia possibile una cura in grado di eliminarle. Il tumore si è troppo esteso. Ovvio che il bersaglio preferito siano proprio gli organi di informazione, televisioni in testa. Gianni Riotta, direttore del Tg1, rappresenta un paradigmatico esempio di come la disinformazione di Stato ormai prosperi. In Italia il giornalismo è morto. Sopravvivono solo i lacchè, che scondizolano umili ai piedi dei potenti. Personalmente credo che l’unica cosa che il cittadino può fare è prendere la televisione e gettarla nella spazzatura. Personalmente l’ho fatto due anni fa. Una delle scelte migliori della mia vita.

Questo ennesimo attacco a Beppe Grillo, attacco vigliacco e disgustoso, è l’ennesima prova che il sistema dei partiti ha paura del comico genovese, la cui unica colpa è informare noi poveri cittadini di quanto succede in questo paese alla deriva. Beppe Grillo informa divertendo, la televisione disinforma annoiando. Ognuno faccia liberamente la sua scelta…

Annunci

Tag: , , , , ,

2 Risposte to “Gianni Riotta, ovvero l’antigiornalismo.”

  1. Lucia Says:

    In Italia l’informazione è un grosso problema, su questo penso che siamo tutti d’accordo, difficile non esserlo.

  2. ilnaufrago Says:

    Già. Un problema che si aggrava di giorno in giorno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: